La fase dell’imballaggio costituisce un momento molto delicato della logistica, che assicurerà alla spedizione un buon esito a seconda della sua accuratezza.

Troppo spesso pacchi imballati nella maniera non corretta contribuiscono al danneggiamento del contenuto; per questo nei paragrafi che seguono cercheremo di tracciare una piccola guida al corretto imballaggio, in modo tale da proteggere gli oggetti da spedire in modo facile ma soprattutto corretto.

La scelta dell’imballo

In primo luogo occorre scegliere l’imballaggio più adatto a seconda del contenuto, il che significa stimarne il peso e la fragilità. Una volta determinate queste variabili, si potrà procedere alla scelta dell’imballo adeguato.

Di norma le ditte di logistica propongono diverse tipologie di contenitori, tra i quali annoveriamo:

  • scatole di cartone ondulato di varia lunghezza e spessore
  • casse di legno, disponibili anche nella versione impermeabile
  • casse specifiche per la stiva di pallet
  • casse di cartone

A seconda del tipo di contenitore si poterà per la soluzione migliore, in modo tale da proteggerlo da urti esterni e dalle intemperie.

La protezione interna

Altrettanto importante è foderare l’interno dell’imballo con materiale adeguato. Di solito si opta per il pluriball in fogli, ossia uno strato di bolle d’aria racchiuse in un involucro di plastica, che servono per ammortizzare meglio l’oggetto all’interno della cassa o della scatola.

In alternativa si possono utilizzar fogli di carta riempitiva e lastre di polistirolo, che fermeranno l’oggetto all’interno dell’imballo.

La chiusura dell’imballo

Il solito nastro adesivo per sigillare le alette della scatola a volte non basta: infatti nel caso di contenuti fragili e preziosi, è meglio sigillare l’imballo con punti di graffetta o fascette in plastica.

Nel caso invece si sia optato per casse in legno e pallet, è bene utilizzare una pellicola in plastica termoretraibile per fissare bene i bordi del contenitore, impedendo la fuoriuscita del contenuto.

Si passerà poi alla chiusura con nastro da imballo, che potrà essere anche rinforzato nei casi di contenuti di valore. In alternativa si potranno utilizzare anche i punti metallici o le reggette in plastica.

Infine si possono proteggere i bordi della cassa con appositi angolari di cartone, onde evitar egli urti con altri oggetti all’interno del mezzo di trasporto.